Studio Legale Calandra

From the blog

Pubblicazioni

Non sussiste responsabilità per danno erariale dopo il pensionamento.

Con sentenza depositata lo scorso 22 settembre 2017, la Corte dei Conti della Liguria ha, finalmente, prosciolto da tutte le accuse mosse dalla Procura Regionale il dott. Alberto Parmegiani (dell’Ospedale San Martino di Genova) .

La vicenda traeva origine da un’indagine penale (dei c.d. Pap Test) condotta dalla Procura di Genova nei confronti di numerosi medici dell’Ospedale San Martino, i cui atti erano stati successivamente trasmessi alla Procura presso la Corte dei Conti della Liguria.

In effetti, la difesa del dott. Alberto  Parmegiani, rappresentato dagli Avv. Salvatore Calandra, Giuseppe Inglese e Giovanni Olivieri, sin dalle prime battute del procedimento aveva rassegnato alla Procura delle memorie scritte, allegando diversa documentazione a sostegno della richiesta di archiviazione del procedimento.

Il Procuratore, però, aveva ignorato le istanze difensive e le relative produzioni, citando in giudizio il dott. Parmegiani (nel medesimo procedimento veniva coinvolto anche il dott. Jean Luis Ravetti, citato con l’accusa di non aver vigilato sull’operato del dott. Parmegiani – ovviamente prosciolto integralmente anche lui).

La richiesta di condanna al risarcimento di un danno complessivamente stimato in ben 658 mila euro è stata integramente respinta dai Giudici della Corte dei Conti sulla base, sostanzialmente, di due ordini di ragioni:

  1. Non possono essere mosse contestazioni per danno erariale se relative al periodo post pensionamento del medico (né si può parlare di violazione dei doveri di esclusività e del regime intramoenia) per l’evidente ragione che “l’attività del convenuto poteva essere liberamente esercitata e non era più soggetta ad alcuna autorizzazione da parte dell’Azienda Ospedaliera”. Inoltre è stata smentita, attraverso l’audizione di numerosissimi testimoni, l’accusa di illecita utilizzazione, dopo la data del pensionamento, di apparecchiature e prodotti dell’Azienda.
  2. Prive di riscontri probatori, d’altro canto, le accuse di illecita esecuzione di esami citologici ed istologici nel periodo pre pensionamento. A tal riguardo appare emblematico il passaggio della sentenza in cui la Corte dei Conti afferma: “Nonostante l’indeterminatezza delle contestazioni e le conseguenti difficoltà di esercizio del diritto di difesa il convenuto ha, tra l’altro, fornito alcuni principi di prova a sostegno delle sue difese…

Dopo numerosi anni di gogna mediatica, dopo essere stato costretto ad interrompere l’attività come libero professionista, dopo anni di battaglie legali, il dott. Parmegiani è stato riconosciuto esente da qualsiasi responsabilità.

La conclusione della sua storia giudiziaria rappresenta una di quelle piccole, grandi soddisfazioni che regala la professione legale.

Avv. Salvatore Calandra

Riproduzione riservata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Si riceve su appuntamento

Il nostro studio, posizionato sulla più bella via della Superba, è a Vostra completa disposizione tutti i giorni, ventiquattro ore su ventiquattro.Non esiti a contattarci.