Studio Legale Calandra

From the blog

Pubblicazioni

Equitalia condannata alle spese del ricorso se non cancella i crediti prescritti.

La Commissione Tributaria Provinciale di Genova, con sentenza pronunciata il 22 marzo 2016, in accoglimento del ricorso e della specifica  richiesta dello Studio dell’Avv. Salvatore Calandra, ha condannato Equitalia Nord Spa a rifondere le spese giudiziali in favore del ricorrente.

UnknownSi riassume in breve quanto accaduto.

Un cittadino (che chiameremo Tizio) si rivolge al nostro Studio Legale dopo aver ricevuto un’intimazione di pagamento da Equitalia Nord, per alcuni crediti invocati dall’Agenzia delle Entrate. Dalla lettura dell’atto notificato, i diritti sottesi alle somme richieste risultavano ormai prescritti (erano infatti trascorsi oltre dieci anni dalla notifica della cartella di pagamento), pertanto veniva suggerito al Sig. Tizio di recarsi direttamente da Equitalia Nord per richiedere l’annullamento dell’atto in autotutela, risparmiando così i costi per un giudizio nanti la Commissione Tributaria, ritenuto chiaramente superfluo (stante la prova documentale dell’avvenuta prescrizione).

Il personale di Equitalia Nord però, rispondeva al Sig. Tizio che l’intimazione di pagamento non sarebbe stata affatto cancellata, e che avrebbe dovuto essere comunque pagata.

A questo punto lo Studio dell’Avv. Salvatore Calandra  presentava ricorso nanti la Commissione Tributaria, che fissava udienza di comparizione delle part. Prima della celebrazione di tale udienza, l’Agenzia delle Entrate provvedeva ad annullare la propria richiesta di pagamento.

Stante il comportamento di Equitalia Nord Spa, la Commissione Tributaria Provinciale di Genova, nel dichiarare cessata la materia del contendere, compensava le spese giudiziali con riferimento all’Agenzia delle Entrate, ma condannava Equitalia Nord alle spese in favore del ricorrente.

La sentenza de qua viene accolta con molta soddisfazione in quanto valorizza e difende il leale comportamento processuale e pre processuale cui sono tenuti tutti coloro che invocano l’intervento della Magistratura, penalizzando coloro che, trovandosi in posizione di vantaggio, abusano dei propri poteri (ignorando, appunto, il dovere di lealtà e correttezza).

 

Avv. Salvatore Calandra

Riproduzione riservata.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Si riceve su appuntamento

Il nostro studio, posizionato sulla più bella via della Superba, è a Vostra completa disposizione tutti i giorni, ventiquattro ore su ventiquattro.Non esiti a contattarci.